About me

Francesco Zampini (Prato,1993) ha iniziato a suonare la chitarra all’età di dieci anni. Dopo il liceo, nel 2012, si è iscritto presso il Conservatorio di Firenze “Luigi Cherubini”, dove ha studiato con alcuni dei più noti jazzisti italiani: Umberto Fiorentino, Fabrizio Sferra e Raffaello Pareti. Nel luglio 2015 si è laureato cum laude (discutendo una tesi riguardante una trascrizione completa del disco di Martijn van Iterson “The Whole Bunch”), ed è
stato ammesso al “Koninklijk Conservatorium” di Den Haag per un corso di Master.

Qui ha studiato con Martijn van Iterson, Eef Albers, John Ruocco, Eric Ineke e Jarmo Hoogendijk. Si è laureato a maggio 2017.
Durante la sua residenza in Olanda ha frequentato Master Classes con artisti di fama mondiale: Peter Bernstein, Lage Lund, Jonathan Kreisberg e Jeff Ballard. Francesco ha partecipato a numerosi concorsi nazionali e internazionali, sempre ottenendo risultati notevoli. Infatti, nel 2016 ha vinto il secondo premio come “Miglior solista” all’interno del concorso “Premio Chicco Bettinardi”. Nello stesso
anno è stato ammesso alle finali all’interno del “Vittoria Jazz Festival” ed il “Premio Marco Tamburini”. Nel 2018 ha vinto il primo premio al concorso
nazionale per chitarristi “Davide Lufrano Chaves”. A dicembre 2019 viene selezionato come unico semifinalista italiano per il prestigioso International
Guitar Competition (ex Monk Competition), concorso promosso dall’Herbie Hancock Institute of Jazz, a Washington DC. 

A dicembre 2020 figura tra i vincitori del bando Nuove Generazioni Jazz 2021 (promosso dal Mibact e da I-jazz) con il
suo gruppo e viene definito come “Uno dei talenti più fulgidi della nuova generazione di jazzisti italiani”.
Negli ultimi anni si è esibito in Europa e Russia, collaborando con artisti di calibro internazionale: Alex Sipiagin, Darcy James Argue, Ben van Gelder, Fabrizio Bosso, Scott Hamilton, Alessandro Lanzoni, Emanuele Cisi, Giovanni Falzone, Roberto Tarenzi, Stefano Cantini, Raffaello Pareti, Walter Paoli, Fabio Morgera, Jesper Bodilsen, Nico Gori, Ares Tavolazzi ed Umberto Fiorentino.

Discografia:
– Francesco Zampini Trio “Early Perspectives” (2019, AlfaMusic) con Raffaello
Pareti e Walter Paoli.
– Francesco Zampini Quintet “Unknown Path” feat. Alex Sipiagin (2020);

“Allievo di Riccardo Galardini, ha iniziato a suonare la chitarra all’età di 11 anni, avvicinandosi al jazz in maniera del tutto naturale. A soli 23 anni ha già maturato esperienze anche all’estero, entrando di diritto tra i giovani chitarristi jazz più interessanti del panorama nazionale.”

di Leonardo Cecconi